Azienda agricola Tomasi2018-07-04T15:29:13+00:00

Azienda Agricola Tomasi, dal 1947

Tra le colline del prosecco, candidate al riconoscimento di patrimonio dell’umanità dell’Unesco, l’azienda agricola di Gianfranco Tomasi è situata in una posizione esclusiva, su un terreno baciato dal sole, immersa nella natura eppure a pochi passi dal centro abitato di Corbanese.

Fiore all’occhiello della produzione vitivinicola locale, è un perfetto esempio di come tradizione e innovazione possano convivere e dare il meglio. Puntando sui valori del territorio di appartenenza, l’azienda è oggi un punto di riferimento per quanti cercano per la propria tavola un prodotto d’eccellenza, dai tratti inconfondibili.

Per arrivare in quest’oasi di quiete si imbocca, dalla strada principale che lasciato al caso, oggi come ieri, e sono segno della maestria e la perizia degli artigiani
di una volta. L’attento restauro voluto dal proprietario, Gianfranco Tomasi, ha saputo esaltare al meglio quegli elementi sopravvissuti al tempo, che ora sono custodi di un inestimabile patrimonio di storia e tradizione locale, testimoni delle attività che si sono succedute all’interno di queste mura.

Prosecco Tomasi
0
Anno di costruzione della casa
0
Anno di fondazione dell’Azienda Agricola
0
Ettari di terreno coltivati
0
Tipologie di Vino
0
Tipologie di Prosecco
Prosecco Tomasi

Prima dell’attuale gestione, l’azienda era condotta dal padre di Gianfranco, Vittorio, che se ne occupava sin dal 1948. Nel 2007 è stato il figlio, enologo, a prendere in mano completamente le redini. Sei ettari di proprietà dove maturano viti per una produzione di prima qualità di Prosecco (frizzante e spumante) Doc Treviso e Docg, Cabernet e Merlot Igt Colli Trevigiani, Pinot grigio.
L’azienda, pur rimanendo a conduzione famigliare (insieme a Gianfranco c’è la moglie Paola), è in forte espansione: crescono gli estimatori italiani e non solo, dal momento che si contano clienti anche in Germania, Austria e Svizzera, che sanno di trovare un prodotto di qualità eccellente. E’ previsto, nei prossimi anni, un incremento della produzione e l’introduzione del Verdiso e Chardonnay.